I mulini a vento

Se ti ascolti…avventurandoti nelle siepi,

dei giardini fioriti e profumati,

avvolti da un fresco cielo di foglie

da cui pendono, ciondolando,

come orecchini d’avorio, i grappoli d’oro

dell’uva dolce e zuccherata.

 

Troveresti un nuovo sentiero non privo di sassi,

da cui scivolano, mangiando,

le aride steppe dell’Africa.

Un bambino corre e si tuffa nel grano

da cui il contadino farà uscire pane e latte.

 

Corriamo anche noi.

Maciniamo i nostri frutti quotidiani

nei mulini a vento dell’Europa del Nord.

Visitiamo le navi, classi terze o quarte non si sa,

sentiremo l’odore del mare,

odore primitivo, odore dell’alba.

Profumo, tra le mie onde vellutate,

desiderate ed emozionate.